I tatuaggi nella Yakuza

Il tatuaggio ha spesso un ruolo di fondamentale importanza nel mondo della malavita organizzata, in tutto il mondo. Se nel nostro paese non è una delle caratteristiche peculiari delle organizzazioni criminali, in tante altre nazioni il tattoo assume un significato molto importante nella mafia russa come quella del Sol Levante. La Yakuza nasce nel XIX secolo, nel periodo Edo; un’era felice per la nazione nipponica logorata per lunghi anni dalle guerre e da una situazione di totale anarchia.
Togukawa riuscì a riprendere le sorti del paese, ma lasciando fuori da posti di rilievo alcuni samurai che, insieme, costituirono un’organizzazione di piccoli gruppi con attività illegali. La Yakuza è stata combattuta duramente dagli anni novanta in poi, ma resiste sia nel paese del Sol Levante, sia in molte aree dell’Asia sud orientale come anche negli Stati Uniti. Gli appartenenti a questa organizzazione cominciarono a portare il loro corpo dei segni di riconoscimento che li distingueva dal resto della popolazione e che costituivano un chiaro segnale per chi ne conosceva il linguaggio.
Da tale situazione ne è scaturita una certa diffidenza in Giappone per il tatuaggio che per anni è stato vietato mentre ora è bandito dalle piscine pubbliche, bagni, palestre e piscine benessere. I tattoos nella mafia giapponese possono raffigurare vari temi, sempre molto attinenti alla cultura del paese del Sol Levante come il dragone, la tigre o le geishe, quest’ultime rappresentate con pistole in mano.
I tatuaggi sono sempre di grandi dimensioni e possono coprire anche gran parte del dorso, i pettorali, dei fianchi fino alle spalle. Ad oggi la pratica del tatuaggio in Giappone è un’arte di pochi, molti sono i giapponesi che ne ignorano il processo di realizzazione. I tatuaggi giapponesi, negli ultimi anni, travalicato i confini giungendo fino a noi sotto forma di surrogati che non sempre si avvicinano all’antica arte degli antichi maestri dagli occhi a mandorla.
Fonte: tatuaggipiercing.it

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)