Milan – Juventus: scontro al vertice alla Scala del Calcio

Alle ore 20:45 di stasera andrà in scena allo stadio Giuseppe Meazza in San Siro di Milano lo scontro tra il Milan di Montella e la Juventus di Allegri. Come ogni anno, da circa 3-4 anni a questa parte, i bianconeri partiranno favoriti. Tanto è vero che Snai, il miglior sito di scommesse in Italia, quota la vittoria della Juventus a 1,90, contro il 4,25 della vittoria del Milan. Il pareggio, invece, è dato a 3,50. Ma la differenza di quote è direttamente proporzionale al gap tecnico che c’è tra le due squadre? Sicuramente sì, anche perchè i dati parlano chiaro: la Juve domina incontrastata in Italia da 5 anni, il Milan non si qualifica in Champions League dalla stagione 2012-2013.

I precedenti…

La Juventus è reduce da 9 vittorie consecutive in partite ufficiali contro il Milan, di cui 7 in campionato (4 allo Stadium e 3 a San Siro) e 2 in Coppa Italia (1 allo Stadium e 1 in campo neutro nella finale dello scorso anno). L’ultima vittoria del Milan risale a Novembre 2012.

L’importanza dei giovani

Quando Buffon fece la sua prima presenza in Serie A, in Parma – Milan del 19 Novembre 1995, Donnarumma non era ancora nato. Gianluigi Donnarumma, classe 1999, cresciuto con il mito di Buffon ed un nome da predestinato. Il presente ed il passato contro il presente ed il futuro della nazionale azzurra. Senz’altro i riflettori saranno puntati su di loro, ma non soltanto: Manuel Locatelli, classe 1998, una rete in Serie A. Alessio Romagnoli, classe 1995, vanta già 2 presenze in nazionale. Mattia de Sciglio, classe 1992, oltre 100 presenze in partite ufficiali col Milan e 29 con la nazionale Italiana.

Previsioni e lettura della partita

4-3-3 per Montella, 3-5-2 per la Juve. Si prospetta una partita spettacolare, con ribaltamenti di fronte continui da una parte e dall’altra grazie alla corsa e alla qualità di Suso e Niang per il Milan, e di Sandro, Alves e Dybala per la Juventus. Da tenere d’occhio Kucka, che contro un centrocampo non molto fisico della Juventus composto da Khedira, Pjanic e uno tra Hernanes e Lemina potrebbe far valere la propria grinta e la propria aggressività per pressare gli avversari e recuperare palloni. Occhio anche ad Abate, in negativo: Alex Sandro è un cliente difficile e il terzino campano potrebbe risentirne.

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)